sabato, settembre 21, 2019
Home > Laterale > Corso Martiri, il Comune manda un chiarimento… dopo una puntata del Gino & Ciccio

Corso Martiri, il Comune manda un chiarimento… dopo una puntata del Gino & Ciccio

Può l’ironia, quando fatta in maniera scrupolosa e, mi si permetta il termine, intelligente, svecchiare il rapporto tra cittadino e pubbliche amministrazioni?

Questa è la domanda che mi sono posto dopo aver letto il comunicato di giorno 23 del Comune di Catania che, per la prima volta dall’insediamento del neo Sindaco Salvo Pogliese, toccava il tema dei lavori di ammodernamento del Corso Martiri iniziati dalla precedente amministrazione.

La nota riporta quanto segue:

I motivi per cui, su decisione del Rup (Responsabile Unico del procedimento) e della Direzione Lavori sono stati sospesi i lavori relativi al primo lotto delle opere di urbanizzazione di Corso dei Martiri, sono riconducibili a problematiche sia di natura giuridica, sia tecnico-procedurale.
In esecuzione del protocollo di Legalità vige l’obbligo iscrivere in un’apposita banca tutti le informazioni relative all’avanzamento del cantiere, alle verifiche antimafia, tutta la filiera coinvolta.
Nella fattispecie, una delle ditta esecutrici ha richiesto l’iscrizione nelle relative liste della Prefettura di residenza, la quale non ha potuto procedere all’iscrizione in quanto per la specifica categoria merceologica non sono ancora state istituite le relative white list. Preso atto dell’assenza della documentazione prevista, Rup e Direzione Lavori, ai primi giorni di giugno, hanno sospeso i lavori e avviato la procedura ordinaria dell’informativa antimafia, che ha procedure più lunghe: questione che tuttavia, ormai, dovrebbe sbloccarsi tra pochi giorni.

La cosa più strana è che tale comunicato sia stato inviato dopo la messa in onda, prima sul canale 11 del digitale terrestre e successivamente, sulla nostra pagina Facebook di una puntata del contenitore sFormat con Gino Astorina che in un’episodio del classico catanese Gino & Ciccio affrontava, per la seconda volta in 2 settimane il problema dei lavori etnei.

Di particolare interesse la seconda parte della nota, che sembra rispondere proprio alla domanda che Astorina pone ad un cittadino presente sui luoghi in discussione:

Si specifica, inoltre, che il progetto relativo al secondo lotto delle opere di urbanizzazione è già stato presentato ed è in corso di verifica tecnica per essere successivamente approvato in sede di conferenza di servizi e procedere all’appalto, con la pubblicazione del bando presumibilmente entro l’anno.

Nell’episodio, il secondo allegato in basso, si evince proprio di come si affronti la parte relativa al lotto indicato nel comunicato… sarà un purissimo caso?

Sarà solo una coincidenza?

Questo non è dato a sapersi e sembra inutile chiederlo ai diretti interessati che stanno comunque, a quando appare indicato, attivandosi per sistemare l’inghippo, ma immaginate quanto sarebbe bello se affrontando i problemi con “un’educata ironia” si potesse quantomeno avere le tanto auspicate RISPOSTE.

Che sia merito del Gino & Ciccio o di attenti cittadini poco cambia, l’importante è avere la possibilità di chiedere, constatare e denunciare liberamente le problematiche cittadine e, a volte, ricevere RISPOSTE.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: