lunedì, dicembre 17, 2018
Home > Catania > Il Gobbo di Notre Dame tra fantasia e realtà alla Sala De Curtis

Il Gobbo di Notre Dame tra fantasia e realtà alla Sala De Curtis

Grazie all’impeccabile Regia di Massimo Giustolisi, ritorna in scena alla Sala De CurtisIl Gobbo di Notre Dame” il musical, per un ultimo appuntamento all’interno della stagione teatrale 2016/2017.
Tratto dall’omonima opera dello scrittore francese Victor Hugo, il musical è stato realizzato dalla Compagnia Stabile De Curtis, diretta da Francesca Litrico, nota attrice catanese e componente del duo comico “Quelle del Botticelli”. Lo spettacolo racconta le tragiche vicissitudini della vita amorosa del deforme Quasimodo, campanaro della celebre Cattedrale di Parigi, alle prese con la bellissima zingara Esmeralda.

Tra una scena e l’altra, seguiamo l’intreccio delle varie storie d’amore tra i personaggi protagonisti, in un susseguirsi di emozioni, per una storia in scena rivisitata in chiave talvolta anche divertente.
Assistiamo in primis alla voglia di conoscere il mondo di Quasimodo, segregato fin dall’infanzia nel campanile di Notre Dame de Paris, all’amore non corrisposto dello stesso per Esmeralda, e alla romantica storia d’amore tra la giovane zingara e l’affascinante capitano delle guardie Febo, fino ad arrivare all’ossessione del peccaminoso e spietato Frollo per la stessa andalusa e l’odio verso gli zingari e i diversi dello stesso arcidiacono.

Seppur in veste fiabesca, il musical affronta tematiche socio-culturali molto importanti, come fosse uno specchio della realtà, mettendo in evidenza quanto sia fondamentale per una società che si definisce civile l’accettazione nei confronti degli individui che fanno parte della nostra realtà, senza mai discriminarli per il proprio aspetto o per le proprie origini.
Inoltre, l’allestimento, gli adattamenti musicali, le coreografie nonché le doti artistiche degli attori coinvolti, hanno reso questo musical qualcosa di incredibilmente piacevole. Abbiamo assistito a due ore di balli, canti, recitazione, che tutti insieme hanno reso lo spettacolo meraviglioso nella sua semplicità, epico e tragico allo stesso tempo, in grado di suscitare brividi in ogni spettatore.

Di particolare gradimento l’interpretazione degli artisti coinvolti, in primis Giovanni Grancagnolo nel ruolo del Gobbo, Andrea Schillirò nè il coraggioso capitano Febo, Enrico La Spina nel temibile Frollo ed Alessia Grancagnolo nei panni della splendida Esmeralda.
Le scenografie, adattate a coreografie semplici ma interessanti, coinvolgono dall’inizio alla fine lo spettatore di qualunque età. Per tali ragioni, non sono di certo mancati gli applausi strameritati diretti a tutta la Compagnia. Gli interpreti musicali sono stati tutti eccellenti ed hanno reso ancora più prezioso lo spettacolo, soprattutto se si pensa al fatto che abbiano interpretato i testi originali della Disney.

Un musical che chiude la tournée del 2017 in grande stile, ma che preannuncia l’inizio di un nuova strepitosa stagione teatrale da non perdere!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: